Filastrocca per la Festa dei Nonni - Gatta Buia Lab

A casa dei nonni

In casa dei nonni dopo la scuola
C’è il campionato di capriola:
Tappeti, poltrone, sedie e cuscini
Diventano le rotte di noi bambini.

Quando alle quattro si fa merenda
Nonno da un lenzuolo monta una tenda,
Nonna condisce il pane con l’olio salato:
siamo indiani in un campo improvvisato!

Ogni gioco è un’invenzione
Una festa da ballo, un’esibizione:
Tra i mosaici con il riso colorato
E i presepi di polistirolo riciclato.

Ogni bagno è una gara di barzellette,
Ogni pasto un concerto di forchette,
Tra colori a tempera e pennelli,
Matite, gomme ed acquerelli.

Nel mio cuore avete piantato il seme
Di quanto è importante volersi bene:
Cari nonni, senza saperlo mi avete donato
Un rifugio prezioso dove sentirmi amato.

Qual è il ricordo più prezioso che hai dei tuoi nonni?

Scrivimelo in un commento! Ho composto questa filastrocca pensando al divano con le frange verdi e al pavimento di marmo pezzato della vecchia casa dei miei nonni, dove sono cresciuta insieme a tutti gli altri bambini della famiglia. Eravamo una tribù rumorosa e grazie a loro ho coltivato profonde radici. Questa è una foto un po’ malandata del loro matrimonio – il 3 giugno del 1954 – e lì accanto ci sono un paio di orecchini di mia nonna paterna. Se questa filastrocca ti è piaciuta metti un like e condividila,  io ti aspetto ogni settimana sul blog e tutti i giorni sui social.

Ti auguro sogni profondi e inaspettate avventure, Ines

2 commenti su “Filastrocca per la festa dei nonni”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.