Ascolto attivo: ecco 8 errori comuni che commettiamo quando ascoltiamo un bambino.

L’ascolto attivo è la capacità di saper ascoltare il prossimo con attenzione e partecipazione, assumendo un atteggiamento di empatia, autenticità e senza lasciarsi condizionare dai giudizi. Abbiamo già parlato dell’ascolto per lo sviluppo del linguaggio e di che cos’è l’ascolto attivo e come funziona, oggi mi soffermerò su 8 errori comuni che commettiamo inconsapevolmente quando comunichiamo con una bambina o con un bambino, ma che sono validi per tutti gli interlocutori.

Ascolto attivo: 8 errori della comunicazione

  1. Fingere di ascoltare

Se sei distratta da altri pensieri, rimanda apertamente ma non fingere di ascoltare. Il bambino si accorge facilmente della tua disattenzione, tenderà a sentirsi incompreso e a non confidarsi in futuro. Usa l’empatia, prova ad identificarti emotivamente con il tuo interlocutore, sorridi e mostra il tuo interesse sia con le parole che con il tuo comportamento.

  1. Affrettarsi ad impartire istruzioni

Evita di porgergli una soluzione a tutti i costi o di imporgli le istruzioni sul da farsi, bensì ascolta con attenzione e accogli le sue emozioni anche se sono diverse dalle tue.

  1. Dispensare consigli non richiesti

Esprimi un parere o dispensa un consiglio soltanto se esplicitamente richiesti.

  1. Concentrarsi su cosa dire

Non si ascolta per ribattere ma per accogliere, comprendere ed apprendere.

  1. Trarre conclusioni affrettate

Non interrompere il bambino per esprimere le tue deduzioni, a causa dell’arroganza spesso inconsapevole di aver capito tutto prima che ti venga spiegato. È frustrante essere interrotti e sentire i propri pensieri sono fraintesi.

  1. Raccontare di sé

Non approfittare dell’attenzione del tuo bambino per raccontare di te, delle tue esperienze e dei tuoi problemi.

  1. Giudicare

È preferibile assumere una posizione neutrale anche se non è semplice: prova a mettere da parte il tuo ego e il tuo bisogno di avere ragione. Una conversazione non è una gara, ma è un incontrarsi a metà strada.

  1. Usare frasi-boomerang

Non minimizzare o sdrammatizzare con frasi del tipo Stai esagerando oppure Che cosa vuoi che sia, non cercare di distrarlo e non mostrare irritazione o impazienza. Questi atteggiamenti si ritorcono contro di te e contro il tuo bambino perché ostacolano la vostra relazione.

Ora tocca a te, raccontami qual è l’errore che commetti più spesso? O quale atteggiamento non ritenevi scorretto prima di leggere questo post?

Io ti auguro sogni allegri ed inaspettate avventure, Ines


Riferimenti

  1. Thomas Gordon, Genitori efficaci, educare figli responsabili, Edizioni La Meridiana, Bari 2014 (prima edizione 1970).

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.